Maurizio Gabbana – Photofestival Milano

YOU MAKE ME FEEL LIKE?!
di Maurizio Gabbana

Dal 10 fino al 28 ottobre 2023
Mostra in collaborazione con Milano Photofestival

Biblioteca Zara ospita la mostra “You Make Me Feel Like?!” di Maurizio Gabbana, che racconta in bianco e nero il dolore e le emozioni delle vittime di violenza domestica.

Una violenza a volte eclatante e a volte sottile, che si annida fra le mura dei luoghi ritenuti più sicuri, e che può riguardare persone di ogni genere ed età.

Inaugurazione mercoledì 18 ottobre, ore 18.
Il fotografo Maurizio Gabbana illustrerà l’esposizione dialogando con il critico
Roberto Mutti e con il pubblico della biblioteca.

Credo che tutto ciò stiamo assistendo attraverso i notiziari ecc… siano il risultato di una rapporto di coppia esasperato, di una poca educazione ricevuta e poi data, di valori di vita ricevuti e poi dati,di una società malata di danaro, della mancanza di Dio.
La mamma, supportata e capita dal papà, è la cosa primaria per la crescita di un figlio almeno per i primi anni dove per lui esiste soprattutto lei in particolar modo per i figli maschi a cui resteranno sempre legati, anche inconsciamente da adulti… La “femmina” è più forte psicologicamente del “maschio” ma quest’ultimo perde ragionevolezza nel confronto perchè si sente dominatore? Oppure il “maschio” può denigrare la sua compagna fino a ridurla ai minimi termini.Una mamma che dice in presenza del figlio che per sue colpe lei non può lavorare, cosa scaturisce nel piccolo e poi adolescente e poi adulto?Un adulto afferma di odiare sua mamma, cosa è successo nella sua crescita? Un uomo di legge che giustifica un suo simile per aver picchiato la moglie perchè nel suo paese si usa…
E quindi cosa succede?
Nella coppia spesso non vi è serenità: al rientro dagli impegni lavorativi dovremmo accoglierci con la consapevolezza che c’è qualcuno che ti attende affettuosamente e che questo amore è esclusivo, per nessun altro.E’ così necessario il tradimento quando abbiamo la forza del dialogo?Oggi non c’è reciproca ragionevolezza e ci si accusa  per delle banalità: spesso si preferisce avere una casa che brilla che abbracciarsi e capire le difficoltà dell’altro/a.Forse il sistema della società mondiale danneggia l’essere umano: obbligati a non accontentarsi, mai.Si arriva a essere vittime di dipendenza, alcolismo o droghe anche chiamate leggere(?) per allontanare i problemi che restano sempre; e si litiga di fronte ai figli o addirittura, molto estremo, si uccide la persona cui si è promesso amore alla loro presenza.Oppure i senza tetto che vengono massacrati dal domestico ma in un fallimento di rapporto si commettono errori da entrambi le parti perchè paga solo un adulto? e i figli rimarranno per sempre segnati.Una mia cara zia nata nel 1929, nella sua ignoranza mi diceva:”Maurizio ricordati mai discutere con tua moglie di fronte ai figli, loro hanno solo bisogno del vostro amore i problemi risolveteli tra voi adulti…

Maurizio Gabbana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *